Perù-Uruguay 0-2, Una doppietta di Suarez regala la finale alla <i>Celeste</i>

Perù-Uruguay 0-2, Una doppietta di Suarez regala la finale alla Celeste

© foto di Nicolo' Zangirolami/Image Sport
 di Giampaolo Gaias articolo letto 3479 volte

LE FORMAZIONI - Nel Perù Markarian cambia le carte in tavola. Carmona vince il duello con Revoredo sulla destra, mentre al posto del fantasista Chiroque ci sarà il centrocampista Yotun, con Vargas ed Advincula avanzati ai lati del centravanti Guerrero. L'Uruguay conferma la formazione della vigilia, con Gargano al posto di Perez, squalificato, e Coates al centro al posto di Victorino, infortunato. Dopo l'esecuzione degli inni nazionali ha inizio il match.

SUAREZ, CHE PERICOLO - E' Suarez il pericolo numero uno per la difesa peruviana. L'attaccante del Liverpool è in gran spolvero e mette in seria difficoltà la retroguardia del Perù. Al 6' si trova tutto solo davanti a Fernandez, ma l'arbitro lo ferma per un dubbio fallo. Un minuto dopo invece riceve un buon pallone e prova un calcio al volo, con la palla che finisce a lato. La Celeste continua a proporre gioco, con il Perù che cerca di difendersi con ordine. La terza occasione per i ragazzi di Tabarez arriva con un colpo di testa di Alvaro Pereira, che però non riesce a centrale la porta e la palla finisce finisce alta.

VARGAS CI PROVA, MA CELESTE IN PRESSIONE - Il Perù soffre la miglior intraprendenza della Celeste e prova ad affidarsi alle veloci ripartenze del fiorentino Vargas, che al 23' mette i brividi a Muslera e compagni con un cross tagliatissimo in area, ma Guerrero arriva con un attimo di ritardo alla deviazione vincente. Dopo il brivido l'Uruguay riprende a proporre gioco ed è sempre Suarez il più pericoloso. L'attaccante del Liverpool però non riesce a essere decisivo sottoporta. L'ultima emozione la regala Alvaro Pereira che insacca dopo una spizzata di Lugano, ma l'arbitro annulla per chiara posizione di offside. Primo tempo concluso a reti bianche, con supremazia territoriale della Celeste e Perù ordinato e attento, che si affida alle ripartenze.

DOPPIO SUAREZ  - La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo anche se stavolta la Celeste rischia. Il perù viene infatti fermato dopo un veloce contropiede per un fuorigioco, che visti i replay, pare essere inesistente. Al 10' si sblocca il match: conclusione da fuori di Forlan, Fernandez non trattiene e Suarez è lestissimo a insaccare per il gol dell'uno a zero. Passano soli cinque minuti e l'attaccante del Liverpool firma anche il raddoppio: servito da un millimetrico lancio di Arevalo Rios, taglia in due la difesa del Perù e salta Fernandez depositando comodamente in rete.

BOTTE DA ORBI - Col risultato in cassaforte per la Celeste, cominciano i colpi proibiti in campo. Prima una gomitata di Lugano su Guerrero meritevole di rosso (il capitano uruguagio prende solo il giallo) e poi una seconda gomitata, stavolta di capitan Vargas su Coates, con il direttore di gara che stavolta espelle l'esterno della Fiorentina. Nel finale poche note di cronaca: un bel tiro di Guerrero con mezza papera di Muslera che poi rimedia e una bella azione con tiro debole di Hernandez. La Celeste vola in finale e attente la vincente di Venezuela-Paraguay.

TABELLINO

URUGUAY (4-4-2): Muslera; Maxi Pereira, Lugano, Coates,Cáceres; A. González, Gargano, Arévalo Ríos, Á. Pereira; Forlán, Suárez. All. Tabarez

PERU (4-3-3): Fernández; Carmona, Rodriguez, Acasiete, Vilchez; Yotun, Cruzado, Balbin; Vargas, Guerrero, Advincula. All. Markarian

Marcatori: 52' e 57' Suarez