Argentina, Maradona:

Argentina, Maradona: "Non è colpa dei giocatori"

© foto di Nicolo' Zangirolami/Image Sport
 di Simone Lorini articolo letto 2260 volte

Diego Armando Maradona, acclamato dalla folla argentina come successo del Checo Batista non è tenero nei giudizi del suo sucessore, precisando però di non aver seguito molto le ultime partita della Seleccion: "Non posso parlare molto della partita perché non l'ho vista. Ogni volta che ho visto l'Argentina in campo era come un coltello che mi si rigirava nel petto. Non ho potuto, solitamente mi faccio una camminata, e contro l'Uruguay facevo una partita di tennis. Ho parlato con il Kun (Aguero, suo genero) e con Mascherano. Volevo parlare anche con Messi. Ma non è colpa dei giocatori. Ho detto un sacco di cose prima di andarmene, spero che la gente se le ricordi ora".