Copa America, ancora una sorpresa. Il Venezuela vola in Semifinale

Copa America, ancora una sorpresa. Il Venezuela vola in Semifinale

© foto di Nicolo' Zangirolami/Image Sport
La formazione di Farias piega il Cile grazie alle reti di Vizcarrondo e Cichero. Al Cile non basta Suazo.
 di Alessandra Stefanelli articolo letto 3787 volte

E' la Copa delle sorprese. Dopo le qualificazioni ottenute da Perù, Uruguay e Paraguay, anche il Venezuela batte il favorito Cile e approda, per la prima volta nella sua storia, in semifinale. Più concreta la Vinotinto, troppo imprecisa la Roja, che coglie anche due legni. Per la formazione allenata da César Farias il sogno prosegue.

EQUILIBRIO... POI VIZCARRONDO - L'avvio di gara è, al solito, avaro di emozioni. LE due squadre sentono molto il match, che potrebbe catapultarle nell'élite del calcio sudamericano. Il Venezuela, che fin qui aveva vinto solo tre partite in Copa America in tutta la sua storia, si trova ad un passo da una clamorosa semifinale, la stessa semifinale che il Cile non raggiunge da tempo immemore. La posta in palio è alta e nessuna delle due squadre sembra essere intenzionata a farsela scappare. Dopo soli due minuti c'è una buona occasione per la Roja: punizione di Jimenez, Sanchez si avventa di testa ma viene anticipato dalla difesa venezuelana. Al 4' ci prova ancora Sanchez su cross di Vidal. Tra le fila del Venezuela il più attivo è Arango, che però manca di precisione. Intorno al 20' inizia a prendere coraggio la Vinotinto. Poche le occasioni, ma poca anche la sofferenza sugli attacchi della formazione in maglia rossa. Al 34' la formazione di Farias passa inaspettatamente, eppure meritatamente, in vantaggio: ci pensa Vizcarrondo con un gran colpo di testa, ennesimo baluardo di un Venezuela quanto mai operaio. Poco prima dell'intervallo, la formazione di Claudio Borghi prova ad agguantare il pareggio in una doppia occasione: prima Vega para su Ponce, poi Contreras manda a lato.

SUCCEDE DI TUTTO - Nella ripresa il Cile parte con tutt'altro piglio. Entra subito Il Mago Valdivia. E succede di tutto. Nei primi minuti la Roja colpisce ben due legni. Prima con Suazo, che raccoglie una respinta del portiere e coglie la traversa, poi con lo stesso Valdivia. Il pareggio cileno arriva al 25': Humberto Suazo riceve una gran palla da Sanchez, il pallone prende un giro strano e colpisce la traversa prima di infrangersi sulla rete. E' l'1-1. Il Cile prova a vincere la gara nei regolamentari, ma finisce col perderla. Al 35' arriva il nuovo vantaggio da parte della Vinotinto: ci pensa Cichero. Qualche minuto dopo, Medel si fa espeller per somma di ammonizioni e Vidal fallisce da due passi la rete del 2-2. A poco serve, nel finale, l'espulsione di Rincon che ribadisce la superiorità numerica. Il Venezuela la spunta contro ogni pronostico e si prepara ad affrontare il Paraguay in semifinale.